FilmingItaly| Sardegna Festival – il cinema sbarca in Sardegna (mi auguro per restarci a lungo).

La Sardegna, in questi ultimi tempi, sembra rivivere una seconda vita per quanto riguarda l’attenzione del mondo del cinema.

Dai fasti del passato della Sardegna set spettacolare e amato ai recenti progetti di Film Commission, al successo recente della fiction di Gianni Morandi (pronti per il secondo ciak), del film “Figlia mia” di Laura Bispuri al set pronto per accogliere George Clooney per una serie TV per Netflix e da una miriade di progetti di cinema prodotto, girato e diretto in Sardegna da registi e produttori sardi.

L’impatto economico di queste operazioni (ormai consolidato e certificato da esperienze simili in altre realtà italiane) è quindi doppio: da una parte l’impatto diretto di troupe e cast che girano per mesi creando un indotto notevole, dall’altra parte l’impatto indiretto in immagine turistica.

È indubbio che un film porta all’attenzione internazionale il contesto ambientale e culturale, creando le condizioni per posizionare la destinazione in una modalità pregiata.

È infatti il cinema (nelle sue varie declinazioni anche oggi di moda, come le serie TV un tempo romanticamente chiamati) sceneggiati) che suggestiona, tocca le corde profonde dell’essere ed entra in empatia come poche altre arti sanno fare.

Non è il cinema che porta a vivere “esperienze” tanto ricercate dalle destinazioni turistiche per differenziarsi in un mercato sempre più competitivo e globalizzato?

Per non parlare di quanto gli attori (star adorate e seguite anche sui social) siano determinanti per creare attenzione intorno alla destinazione stessa.

In questo contesto una bella novità in Sardegna:

Dal 15 al 19 giugno si terrà la 1^ edizione di FilmingItaly| Sardegna Festival, un nuovo progetto dedicato al Cinema e alla Televisione ideato e prodotto da Tiziana Rocca che ne è il Direttore Generale, in collaborazione con APT, l’Associazione Produttori Televisivi presieduta da Giancarlo Leone con il sostegno di Forte Village e in collaborazione con UCI Cinemas e con il Patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, di ANICA e de Il Consorzio Costa Smeralda.

Direttore artistico del Festival è Claudio Masenza.

 

Dalle parole dell’organizzazione si capisce che il tema centrale sarà anche quanto il cinema si stia trasformando:

L’idea stessa di ‘Cinema’ è in rapida evoluzione e il FilmingItaly| Sardegna Festival vuole rappresentare una sfaccettata realtà in continua trasformazione. Fruito oggi attraverso nuove e diverse piattaforme, il Cinema sta velocemente inglobando le serie televisive, spesso più coraggiose e all’avanguardia rispetto ai prodotti ancora vincolati a un primo passaggio in sala.

Tiziana Rocca e Giulio Base.

Le parole di Tiziana Rocca raccontano ancora meglio il senso del FilmingItaly| Sardegna Festival:

“Abbiamo deciso quindi di presentare personaggi nazionali e internazionali che nel proprio percorso professionale si siano misurati sia con il cinema sia con la televisione, ma anche con le nuove realtà come i social. Nuove generazioni di attori e registi a confronto con chi li ha preceduti. Ecco perché vedremo al Sardegna Festival star dei social ma anche della tv e del cinema come Bella Thorne attrice culto di Disney e nel nuovo film di Xavier Dolan The Death and Life of John F. Donovan. Ci fa piacere annunciare qui a Cannes anche Josh Hartnett protagonista di Pearl Harbor e che vedremo prossimamente in ben sei nuovi progetti, tra cui The Long Homedi James Franco. Stiamo chiudendo accordi per portare in Sardegna anteprime di film e serie tv insieme ai loro protagonisti. Stiamo lavorando a una prima edizione che ci auguriamo possa incontrare il favore del pubblico e della stampa”.

E il direttore artistico Claudio Masenza punta l’attenzione al valore ormai consolidato (artistico ed economico) delle serie TV:

Le serie TV si stanno guadagnando una ‘dignità’ e un rispetto che in passato erano loro negati: i pregiudizi artistici verso questa forma di spettacolo son caduti e la narrazione,sfuggendo alle classiche regole di minutaggio, può contare su un approfondimento delle storie e dei personaggi come mai prima d’ora”.

Ancora più convinte le parole di APT, l’Associazione Produttori Televisivi:

La prima edizione del ‘Filming Italy Sardegna Festival’, dà un segnale forte verso il riconoscimento ormai in atto a livello mondiale del valore e della qualità delle serie televisive. Le serie televisive italiane, in particolare grazie all’impegno congiunto di produttori, autori ed emittenti stanno vivendo in questi ultimi anni un periodo di grande splendore e di riconoscimenti internazionali. – dichiara la direzione di APT– L’APT ha quindi aderito con entusiasmo alla proposta di una partnership attiva, contribuendo insieme con la DGCinema alla realizzazione di un momento di riflessione sulla serialità in Italia e sulla sua capacità di competere a livello internazionale e di contribuire alla crescita del mercato dei contenuti audiovisivi.”

Forte sarà anche il legame con il territorio Sardegna come set cinematografico e come racconto dell’isola:

FilmingItaly| Sardegna Festival promuoverà anche la bellezza dell’isola, e in particolare Cagliari, organizzando incontri aperti al pubblico e agli addetti ai lavori con personaggi italiani e internazionali. Saranno presentate anteprime cinematografiche, rassegne di film, e si potranno vedere episodi pilota di serie televisive alla presenza degli interpreti e degli autori.

La manifestazione si svolgerà nella piazza di Forte Village e nelle sale UCI Cinemas e sarà con tutti i suoi personaggi “protagonista”di uno speciale di Supercinema a cura di Antonello Sarno.

Felicissimo per il riconoscimento di un regista e autore sardo che ha innovato profondamente la tv e il cinema italiano con il Premio Nanni Loy:

A partire da questa prima edizione il Festival renderà omaggio a uno dei più grandi talenti del nostro cinema e tra i grandi innovatori della televisione, Nanni Loy, dedicandogli uno speciale riconoscimento che ogni anno sarà destinato a figure di spicco del panorama cinematografico e culturale italiano. Il Premio Nanni Loy ideato da Antonello Sarno sarà decretato da un comitato d’onore composto da Patrizia Carrano, Marina Cicogna, Chiara Sbarigia, Gianluca Pantano, Tiziana Rocca.

Felice che finalmente anche la Sardegna salga alla ribalta nazionale e internazionale con una manifestazione così importante e attenta all’evoluzione dei media.

 

insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

Rispondi