Google destinazioni è realtà.

Google ha lanciato Google Destinazioni (per ora su mobile e limitate agli Stati Uniti) che permette con chiavi generiche di ricercare le destinazioni, esplorarle e pianificare un viaggio.

Ad esempio con “vacanze in america” ecco gli screenshot dei risultati. Descrizione della destinazione generale e subito sotto le destinazioni principali.

Cliccando ad esempio di New York abbiamo il seguente risultato: scheda generale e due opzioni: Esplora e Pianifica un viaggio.

Sul pianifica un viaggio si vede quante notizie utili vengono date per poterlo pianificare nel dettaglio suggerendo anche prezzi e motori di ricerca per la prenotazione.

Big G entra nel mercato in maniera soft dando gli strumenti per poter decidere da una semplice ricerca ma non entrando in competizione con le OTA (suoi maggiori clienti) ma almeno dando valore alle ricerche. Forse il tentativo è quello di riprendersi il traffico (e gli spazi pubblicitari) e lasciare “solo” la transazione alle OTA.

O forse siamo di fronte a un tentativo di rivitalizzare gli account della galassia Google, soprattutto G+ e maps per poter permettere di essere presenti in queste ricerche.

O forse solo perché Facebook dietro l’angolo spaventa.

insopportabile

Ne ho le scatole piene, ma con eleganza.

Rispondi